mercoledì 30 maggio 2012

Beauty e riciclo

Ho notato con grande piacere che in molti , moltissimi blog , si parla di riciclo creativo , ovvero di riutilizzo di materiali vari che  girano per le nostre case in attesa di finire nell' indifferenziato .
Non so se la "crisi" c'entri qualcosa , sicuramente noi donne abbiamo  una dote innata nel creare con poco quello che ci serve , che forse il consumismo ha un pò affievolito , ma che torna a rinascere ogni volta che serve .
Così mi è sembrata così bella e piena di speranza per un futuro ecologico , l 'idea di  Giulia di creare qualcosa con ciò che abbiamo a portata di mano che che non usiamo più , che non ho esitato a scavare nella scatola dei vecchi indumenti e a farmi venire un ' idea .


Un paio di vecchi  jeans tutti consumati dove proprio non si sarebbe potuto rattoppare e  una maglietta piccola e un pò macchiata , anche questa non avrei avuto il coraggio di donarla nel cassonetto degli indumenti .
Quindi , senza  nessun rimpianto , mi sono armata di forbici e ho tagliuzzato sagoma e petali di fiori 


Per poi cucirli a macchina in modo molto casuale ,
che significa " non  l' ho mai fatto ma ci provo e vedo che succede ".
Una cerniera che non guasta mai , anche quella di recupero , infatti non era proprio della misura giusta ,
e voilà , ecco pronto un beauty


E' venuto piuttosto grande , penso che sarà adatto per portarmi sempre dietro i lavori all ' uncinetto 


Il mio beauty è un pò imperfetto , ma l 'ho fatto io e ne vado fiera !


Maddalena .

martedì 29 maggio 2012

Fiorin , fiorello . . .

Mi sono accorta molto in ritardo dell ' imminente scadenza del Linky Party indetto da Alex per questa settimana . . . 
Non volevo perdere questa occasione  , spero di esserci arrivata comunque , ma se così non fosse , pazienza , fiorin fiorello l' amore è bello comunque !


Ma partiamo dal principio :

I pantaloncini di Giulia , messi una sola volta , hanno un buchino


Che fare ? 
Viene in soccorso un fiorellino , preso da qui , mica male !


Poi ci prendo gusto , e come ben noto per fare un fiore ci vuole un fiore ,
alla fine sbocciano tanti fiorellini di tutti i colori


 A Giulia piaciono tanto che se li mette in testa


Tante mollette e un bel cerchietto nuovo


Lei è contenta e ride felice
Io invece sono pronta per partecipare al

Maddalena .

sabato 26 maggio 2012

Maxine 's method

Conoscete il metodo di Maxine Thomas ?
Non parlo del modo splendido in cui dipinge , ma del  metodo di rilassamento  utile per affrontare i suoi progetti .





Un sabato pomeriggio senza compiti , catechismo e palestra .

Una tisana ai frutti di bosco , e ci tengo a precisare che nella tazza c'è la tisana , non l' acqua sporca dei pennelli .

La luce giusta che illumina la cucina , e qui si capisce perchè non vi mosto mai la mia craft-room , non esiste ancora , ma ci  stiamo lavorando .

Un progetto davvero bello , è da tanto che lo osservo e lo studio , che cerco il supporto giusto e il momento giusto . . .



Nei prossimi post ve lo mostrerò finito .

Ma se non ne sentirete più parlare ,
vorrà dire che il metodo di rilassamento è 
miseramente fallito .

Buon week-end
Maddalena.

giovedì 24 maggio 2012

Comunicazione di servizio

Da oggi ho deciso di  rendere pubblica la mia selezione Pinterest .
Pensavo che l' avrei fatto solo quando sarebbe stata perfetta , ma mi sbagliavo ,
perchè anche questa raccolta di immagini , come tutto nella vita , non smette mai di crescere e cambiare , quindi tanto vale aspettare .Ora se ne avete voglia , mettetevi comodi e fatevi un giro nella cucina dei miei sogni o nel giardino che vorrei , tra i prodotti che adoro e le idee che potrei realizzare . . .
Tutto realmente nella mia fantasia .


Ma state attenti
crea dipendenza !

mercoledì 23 maggio 2012

Un giardino fiorito

Nel bel mezzo di Palermo


E' Parco d'Orleans
costuito a metà dell' 800 , fa parte della Villa d' Orleans,
oggi sede della presidenza della regione Siciliana .
Questo curatissimo parco ornitologico 
è stato la meta della gita di classe ,
i bambini sono rimasti a bocca aperta
davanti a uccelli rari



pellicani rumorosi


e ficus monumentali .



I rumori della città 
magicamente scompaiono
 tra le aiule di questo giardino


dove l' ingresso è riservato 
unicamente
a genitori accompagnati dai loro bambini .


Maddalena .

sabato 19 maggio 2012

Penny rug - primo tentativo

Si può rimanere folgorati davanti ad un oggetto semplice , di uso popolare , e crecare di capirne qualcosa di più?
E' proprio quello che è successo a me , sfogliando e risfogliando fino a consumarne le pagine , uno dei libri di
Maxine Thomas per l ' appunto  Country primitives 15 .
In uno di questi progetti è dipinto un semplice tappetino , detto penny rug , non che sia la prima volta che  vedo qualcosa del genere , ma  fino ad ora non mi ero chiesta quali fossero le sue origini e adesso sono pronta a darvi qualche notiziola . . .


 Nell' 800 le donne Americane , avevano poco denaro ma tanta fantasia e così iniziarono ad utilizzare ritagli di tessuti presi da vecchi cappelli , cappotti o vestiti .
Con questi confezionavano dei tappeti ( rug ) che appoggiavano su sedie o altri mobili .
I ritagli di tessuto , prevalentemente a forma di moneta ( penny )
venivano assemblati con un ricamo semplice
ma di grande effetto .
Il motivo era perlopiù composto da cerchi concentrici sovrapposti , in seguito i si arricchirono con disegni di fiori e uccellini .

Questi manufatti sono arrivati ai giorni nostri grazie alla manualità di donne che amano le loro tradizioni e le tramandano .





Ma torniamo a noi !

Come vi dicevo mi sono innamorata di questo disegno e ho provato a riprodurlo a modo mio .
Feltro colorato per le sagome e colori acrilici per macchiare un pò il tessuto . . .


. . . un pò di filo di cotone e 
inizia il divertimento .


Ecco il mio primo funny penny rug .
E' carino , ma niente a che vedere con le opere delle artiste americane ,
se fate un giro sul web potete trovare degli splendidi esempi ma se non avete tempo , visitate questo blog 
io lo trovo graziosissimo .

Ora che ho finito 
devo solo pensare a dove metterlo
voi che dite?
 Dentro la cassapanca ? 
 

O sulla cassapanca ?



Mi piace questa tecnica e credo proprio che approfondirò l 'argomento ,

quindi
Non finisce qui!

Maddalena

martedì 15 maggio 2012

Hearts that love

Eccomi tornata attiva .
Non si può sempre andare in spiaggia ,
ci sono mille e una cose da fare .
Tra un impegno e l' altro ,
tra una stirata e il vano tentativo di tenere la casa in ordine ,
mi dedico al mio passatempo preferito , 
ed ecco che ne è uscito fuori questa volta .



Uno splendido angelo
si aggira tra i fiori .
Regge un pannello con una frase dolcissima .
I cuori 
che amano
sono sempre
in fiore .
Ho trovato questo progetto di Myra Mahy
così bello e delicato
che non ho esitato neanche un ' attimo a tuffarmi nell ' impresa .
L ' angelo misura cm. 48 x 35 ed è spesso cm. 1,5 ,
così da reggersi anche inpiedi da solo .



Che ne dite ?
Ame piace molto ,
i progetti di Myra riescono sempre bene 
e , anche se adesso si parla meno di questa designer ,
io continuo ad apprezzarla e a trarne ispirazione .


  
Per la location devo ringraziare lo splendido giardino della zia Lia .
Pensavo che sarebbe stato un gradevole augurio da piazzare davanti la porta  di casa , 
così ho trattato il tutto con una vernice impermeabilizzante , 
adatta anche agli esterni .
Stà comunque bene dentro , apoggiato sul baule di recupero .



Spero tanto che questo progetto vi sia piaciuto ,
e che la dolcezza del suo messaggo vi abbian regalato un ' istante di felicità .

Se siete interessati , questo Angelo può essere vostro
contattatemi al mio indirizzo mail
che trovate ai lati del blog .

Maddalena .

domenica 13 maggio 2012

giovedì 10 maggio 2012

Gabbiani

Non so dove i gabbiani abbiano il nido ,
ove trovino pace .
Io son come loro ,
in perpetuo volo .
La vita la sfioro
com' essi l' acqua ad acciuffare il cibo .
E come forse anch' essi amo la quiete , 
la gran quiete marina ,
ma il mio destino è vivere 
balenando in burrasca .

V. Cardarelli



Con questa poesia e questa immagine partecipo al  Linky Party by Topogina 
e vi invito tutti a leggere e riflettere sullo scioccante post pubblicato qui 
da Alex , questa volta informarsi è indispensabile , 
affinchè alcune specie non rimangano tra qualche anno 
solo un ricordo Black & White.

Ringrazio chi ha votato la mia lavagna gatto e mi ha permesso di vincere questo premio


C'e' Crisi!


Maddalena .

martedì 8 maggio 2012

Le zucche - il tutorial

Come promesso ho preparato il tutorial per le zucche di feltro del post " Be Thankful ".
In realtà ero in cerca di qualcosa ci carino da accostare al mio tagliere e la zucca mi sembrava ideale .
Dopo aver cercato in lungo e in largo per il web senza trovare nulla di adatto , ho cercato di sfruttare le poche conoscenze in materia e tutto sommato il risultato non è male .

Cominciamo . . .

Tagliate un cerchio di feltro arancione , dal diametro stabilirete la grandezza della zucca .
Io ho usato un piattino da frutta per la piccolina e un piatto piano per quella più grande .
Ci servirà anche un triangolo di feltro marrone per il picciolo .


Con un filo di lana arancione percorrete tutta la circonferenza a punto filza stringendo di tanto in tanto per dare forma alla zucca .


Imbottite .
Stringete bene e chiudete con qualche punto , senza preoccuparvi del buco rimasto , successivamente sarà coperto dal picciolo .


A questo punto fate passare il filo dall' interno  all' esterno della zucca , puntando sul fondo , cercando di fare degli spicchi simmetrici .


 Se non sono stata abbastanza chiara con le parole , sono sicura che le immagini scioglieranno ogni vostro dubbio .




Ora cucite il triangolo marrone in modo da formare un cono .




Imbottite anche questo e fissatelo al centro della zucca .





Prendete un vecchi pennello e inrtingetelo nell' acrilico marrone , scaricate il pennello sulla carta da cucina e passatelo sulla zucca dall' alto verso il basso per creare le ombre .



Per i rametti che spontano sulla sommità , ho usato il filo Memory della D M C , acquistato in merceria . Ne ho inserito dei pezzetti e li ho arrotolati con il fondo di un uncinetto , per ottenere una spirale .






Alla fine ho imitato la mia amica Veruschka di  Atelier Sweet Country  , che termina ogni sua stupenda creazione con una spruzzatina di vernice , in questo caso ho usato colori acrilici marrone e avorio .

Ed ecco pronte le vostre zucchette !





Spero che questo tutorial sia stato utile e divertente .
Se lo trovate un pò fuori stagione , potete sempre tenerlo in un cassetto e rispolverarlo per Halloween .

Enjoy

Maddalena.

domenica 6 maggio 2012

Sisters

Non ho visto le previsioni del tempo , perciò mi auguro che per tutti  questa sia stata una domenica soleggiata e spensierata .
Da parte mia non posso lamentarmi , a parte un pò di vento le temperature hanno sfiorato i 30 gradi , praticamente una giornata estiva .

Oggi cambio genere e vi mostro un lavoro di qualche tempo fa .
Si tratta di un pannello eseguito con la tecnica dello stitchery , lo stile è sempre country ma nulla vieta di variare un pò  ,  come in questo caso .



I l ricamo è davvero semplice , per lo più si tratta di punto indietro e qualche nodino o fogliolina eseguiti con il filo mulinè , per questo disegno allegro e simpatico mi sono sbizzarrita con i colori , ma ci sono dei lavori comunque belli e di grande effetto eseguiti con un  unico colore , di solito il rosso , chiamati appunto redwork . Il tessuto può variare , qui ho usato cotonine sia per il disegno che per il montaggio del pannello , per quest 'ultimo abbiate pietà di me , con ago e filo non sono una cima e alla macchina da cucire preferisco di gran lunga il traforo .
Per appenderlo ho riciclato il manico di una vecchia shopping bag , davvero niente male .



Il pattern arriva dal bellissimo e colorato sito  Red Brolly  e lo trovate alla sezione  free patterns ,
si intitola Sisters , e io ho pensato bene di regalarlo alla mia sorellina , così adesso fa bella mostra di se sulla parete lilla di casa sua .

Che ne dite ? Vi piace questo stile ?
Fatemi sapere , e soprattutto vi consiglio di provare , 
è davvero facile e appassionante .

Colgo l'occasione per ringraziare  Alba  per il premio assegnato al mio blog , come sempre lo dedico a tutte le mie followers e a tutti quelli che passando di qui lasciano un sassolino e mi strappano un sorriso .

Maddalena .

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...